.

Iscriviti alla newsletter di Donneinpink, tante novità, riciclo e risparmio per te...

Come fare il formaggio fresco (senza caglio) a casa.

Quando fa caldo, a casa nostra preferiamo sempre mangiare piatti freddi e per non proporre le solite insalatone o paste fredde, sto sperimentando nuove ricette. In particolare, voglio condividere con voi come produrre un ottimo formaggio fresco senza caglio e in poco tempo! Prima di cimentarmi nella produzione del formaggio, pensavo fosse un procedimento complicato, ma già la prima volta ho avuto un risultato sorprendente! Così come spesso accade nel fai da te, la pratica è molto più semplice della teoria.


Come fare il formaggio fresco (senza caglio) a casa.

Ecco quello che vi dovete procurare prima di iniziare:
  • una bacinella
  • un colino (a maglia fine)
  • una garza o un qualsiasi pezzo di stoffa puliti
  • una frusta (in alternativa una forchetta)
  • un pentolino (facoltativo se avete il microonde)
La lista degli ingredienti:
  • 1 litro di latte (vaccino o vegetale)
  • 30 ml di succo di limone OPPURE 20 ml di aceto
  • sale q.b.
Il procedimento è altrettanto semplice.
  1. Versare il latte e il sale in un pentolino e portarlo a 90°. Se non avete un termometro basterà toglierlo dal fuoco appena inizia a sobbollire. In alternativa potete versare il latte nella bacinella e scaldarlo nel microonde a 800W per 12-14 minuti.
  2. Togliere dal fuoco e versare il latte nella bacinella. Aggiungere il limone (oppure l'aceto), mescolare e lasciar riposare per circa 30 minuti.
  3. Dopo il tempo di riposo avrete dei grumi di latte e un siero biancastro. Posizionare la garza nel colino e versare il composto.
  4. Dopo aver scolato il siero, posizionare il colino sopra la bacinella in modo che non tocchi il fondo. Questa operazione serve per far scolare tutto il siero in eccesso. Lasciar riposare in frigorifero per almeno un'ora.
  5. Togliere il formaggio dal colino... è pronto!


Potete aromatizzare il formaggio come preferite, prima o dopo la bollitura. Inoltre, potete ottenere un formaggio più cremoso diminuendo la quantità di limone o aceto. In questo caso però, dovrete lasciarlo scolare in frigorifero per più tempo.

Noi lo abbiamo mangiato su un ottimo pane fatto in casa e con un po' di rucola che ho coltivato sul mio balcone.

Non mi resta che augurarvi buon appetito!

Guest post di Michela Lazzaroni
Vi aspetto sul mio blog: la bella tartaruga, (il mio diario per raccontare della mia vita con i bambini slow e green)
Facebook: la bella tartaruga (mettete un "mi piace"?)
Google+: Michela Lazzaroni
Buona giornata!

Leggi anche:

Nessun commento:

Posta un commento