.

Iscriviti alla newsletter di Donneinpink, tante novità, riciclo e risparmio per te...

Come fare deliziosi piedini in fimo. Corso online #polimerinpink

Come fare deliziosi piedini in fimo. Corso online #polimerinpink 
Oggi, per festeggiare il quarto appuntamento della rubrica #polimerinpink, ho il piacere di proporvi un primo e facile tutorial dedicato proprio a chi affronta i suoi primi passi nel mondo delle paste polimeriche. E proprio il tema dei primi passi non poteva che suggerirmi un semplice tutorial, per realizzare, passo dopo passo, dei paffuti e simpatici piedini in pasta sintetica.
Questi, una volta cotti, potranno essere utilizzati come motivo decorativo per tenere bomboniere, spiritosi portachiavi, piccole cornici o per qualsiasi cosa la vostra fantasia suggerisca.

Negli appuntamenti precedenti della rubrica #polimerinpink su Donneinpink Magazine, abbiamo parlato delle paste polimeriche e della necessità di un fornetto elettrico per una cottura in totale serenità. Abbiamo visto inoltre quali sono i principali e indispensabili strumenti da avere a disposizione prima di iniziare ad affrontare i primi passi nel magico mondo delle paste sintetiche.

Se vi siete persi le puntate precedenti leggete anche:


Spesso quando maneggio le paste polimeriche mi sembra di tornare bambina e di giocare con i Barbapapà. Ricordo che da piccola rimanevo affascinata  dai Barbapapà proprio per la loro capacità di dar forma alle loro idee con tutto il loro corpo e  con la loro materia. Mai avrei immaginato, quella volta, che avrei incontrato, da grande, un materiale, plastico e duttile, capace di dare forma alle mie idee!
Pensate un po' ... con un pallina di pasta sintetica rossa tra le mani infatti la sensazione è un po' come  quella di dar forma alle fortissime evoluzioni di Barbaforte; con una pallina lilla alle eleganti trasformazioni della dolcissima Barbabella. Vedrete, mentre manipolerete le paste polimeriche, mentre le scalderete tra le vostre mani, vi sembrerà di avere tra le mani tanti Barbabebè colorati e vi divertirete tantissimo. Queste sono le paste polimeriche! Mi direte se non è vero!

Oggi, se siete riusciti a procurarvi il necessario inizieremo a lavorare insieme con un facile tutorial nel quale non mi dilungherò di proposito in troppi dettagli per non stancarvi. Metteremo per la prima volta le mani in pasta principalmente per prendere confidenza con questa materia nuova e misteriosa che sono sicura vi conquisterà al primo tocco per le sue infinite possibilità, proprio come è capitato a me.
Per qualsiasi dubbio, chiarimento o curiosità, mi raccomando non esitate a contattarmi utilizzando la sezione commenti alla fine del post. Vi risponderò con grande piacere!

Bene, quindi, se vi siete procurate dei panetti di pasta polimerica, un fornetto e alcuni semplici attrezzi, siamo pronti per cominciare ufficialmente a percorrere i primi passi nel mondo delle paste polimeriche.
Oggi trasformeremo con un "barbatrucco", senza stampini e senza scientifiche quantità, delle palline di varie dimensioni di pasta sintetica color pelle, in una coppia di piedini. Semplicemente per muovere insieme i primi passi in questo fantasioso mondo! Come prima volta non sarà necessario realizzare una creazione perfetta, ma prendere confidenza con i movimenti base e le forme base delle paste polimeriche : la sfera e il cilindro.
OCCORRENTE PER REALIZZARE I PIEDINI IN PASTA POLIMERICA:
  1. fornetto elettrico;
  2. termometro da forno per poter controllare l'effettiva temperatura interna ed evitare l'inconveniente di spiacevoli bruciature;
  3. un foglio di carta da forno da fissare su in tavolo con del nastro adesivo;
  4. un cutter oppure un comunissimo taglierino;
  5. un paio di guanti in lattice;
  6. un panetto di pasta polimerica You Clay della TO-DO  nel colore 061 skin oppure 018 milk chocolate;
  7. un pennarello indelebile (facoltativo)
Foto-Tutorial "Primi passi polimerici"
Dopo aver protetto la superficie del vostro piano di lavoro con della carta da forno fissata con del nastro adesivo, siamo pronti per cominciare! Siete emozionati? Io ricordo che, ormai parecchi anni fa, quando per la prima volta ho dato forma alla mia prima creazione in pasta polimerica, ero parecchio tesa e timorosa ma allo stesso tempo affascinata irresistibilmente dal potere di questo materiale.
Per realizzare i piedini in pasta polimerica vi suggerisco di usare la pasta modellabile You Clay della TO-DO nella colorazione 061 skin. Si tratta di una pasta facile da manipolare, della giusta consistenza e brillantezza. Io la adoro! Il colore poi riproduce in maniera molto realistica l'incarnato della pelle.
Ben venga comunque anche l'idea di realizzare tanti teneri piedini magari in pasta polimerica color cioccolato per i bambini di tutto il mondo! In questo caso suggerisco di utilizzare la pasta You Clay nella colorazione 018 milk chocolate. Questa idea mi piace moltissimo!


Indossiamo, se preferiamo, un paio di guanti in lattice e prendiamo, dalla pratica confezione richiudibile You Clay, tre piccole quantità diverse di pasta. Scaldiamo tra le mani, uno alla volta, questi tre pezzi di pasta in modo che, con un po' di calore, diventino più facilmente modellabili.
Cerchiamo di creare tre sfere di diverse dimensioni, imprimendo alla pasta, con i palmi delle nostre mani, movimenti rotatori e circolari.

Dopo aver realizzato le tre sfere, le appoggiamo al piano di lavoro e, rullando con un semplice movimento della mano e esercitando una leggera pressione, trasformiamo le tre sfere in tre cilindri di varia grossezza.
Utilizziamo quindi il cilindro più grosso per ricavare le piante dei piedi.
Con un taglierino tagliamo, a fettine dello spessore di circa 1 cm, il cilindro più grosso, lasciando per il momento intatti gli altri due cilindri minori.


Prediamo due fettine di pasta, che già spontaneamente, data la pressione effettuata dal taglierino, hanno una forma leggermente schiacciata che istintivamente già ci suggerisce la forma e l'orientamento delle piante dei piedini.

Con il pollice premo sulla superficie delle fettine dando loro l'arcuata forma della pianta del piede.
Esse ora hanno lo spessore di circa 0,5 cm.
Una volta terminate le piante dei piedini, non resta che aggiungere qualche tenera e irresistibile pieghetta della pelle. Per realizzarle basta imprimere con la punta rovesciata del taglierino 3 piccole lineette nella parte interna del falso del piede.
Ora mancano le dita! Ricavo i due alluci, utilizzando, tra gli altri due cilindrini rimasti, quello più grosso. Taglio due fettine e, sempre con movimento circolare tra i palmi sovrapposti delle mani, realizzo due piccole sfere.

Taglio il cilindro rimanente (quello più sottile) in 8 fettine. Trasformo anche queste 8 fettine in 8 piccolissime sfere che andranno a completare le dita del piede.

Faccio aderire, le sfere nella posizione delle dita del piede, premendo leggermente le une alle altre in moda da favorire l'attaccamento delle parti.

Cucino i piedini in un fornetto elettrico alla temperatura di 110° per 20 minuti.

Una volta cotti, possono essere decorati con piccoli particolari come un cuoricino o una scritta realizzata con un pennarello indelebile dalla punta molto sottile.

Che ne dite? E come prima volta non abbiamo usato neppure uno stampino!
Aspetto le foto delle vostre prime creazioni in pasta polimerica!

Ah, mi raccomando, non perdete il prossimo appuntamento di #polimeripink.
Parleremo della mia prima creazione in pasta polimerica, un paio di golosissimi orecchini a forma di marshmallows! Proveremo a realizzarli insieme utilizzando solamente della pasta polimerica bianca e rosa, dei gancetti a vite e una coppia di monachelle che potrete facilmente reperire on line o nei negozi di hobbistica e nelle mercerie creative.

A presto
Guest post
Di Maria Giovanna


2 commenti:

  1. Veramente carini!!! Cara Maddalena, è arrivato il caldo! spiamo che duri.
    Ciao e buon fine settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Grazie Tomaso, grazie anche da parte mia. Continua a seguirci. Buona giornata

    RispondiElimina