.

Iscriviti alla newsletter di Donneinpink, tante novità, riciclo e risparmio per te...

Masha, Orso, Matteo e Gigione - Dell'amicizia e di fantasiosi misteri

Sono arrivati, finalmente.
A casa nostra sono arrivati gli album e le figurine Panini di Masha e Orso, finalmente è arrivata l'era, anche per Matteo, dei "ce l'ho, ce l'ho, mi manca"...

A Matteo è piaciuto moltissimo l'album perchè lui adora Masha e Orso e vi confesso che, anche io amo molto la piccola monella Masha e l'amorevole pazientissimo Orso.
Li amo soprattutto perchè anche io ho i miei Masha e Orso.
Chi sono? Matteo e Gigione!


Matteo è il mio bambino, un adorabile monello, vivace e pasticcione come la piccola Masha, Gigione è il nostro cagnolino-orsacchiotto, bianco e soffice, somiglia da sempre ad un orsetto dolce e paziente. Loro due sono grandi amici, passano interi pomeriggi a giocare...e quando arriva la sera..."mamma, mi racconti una favola?"...nella favola non può mancare il dolce, paziente Gigione...
Matteo e Gigione
qui erano moooolto giovani ma già progettavano scorribande

"Vieni Matteo, ti racconto una favola"...
Matteo, Gigione e il mistero della ciotola scomparsa
C'era una volta un bellissimo bambino di nome Matteo che viveva con la sua mamma, il suo papà ed il suo migliore amico cane-orsetto di nome Gigione. Matteo e Gigione erano inseparabili, come fratelli. Giocavano, mangiavano, dormivano e si divertivano, sempre insieme.
Un giorno Matteo, come tutte le mattine, si alzò molto presto e andò a chiamare Gigione per iniziare insieme una nuova, divertente giornata. Matteo si stupì molto quando si accorse che Gigione non era in casa. "Dove sarà andato Gigione?" si chiese. Cerca di qua, cerca di là, neanche l'ombra del povero Gigione...
Ormai quasi scoraggiato, dopo una lunga ricerca del suo amico, Matteo notò delle crocchette per cani-orso sul pavimento, cominciò a seguirne le tracce; aprì la porta di casa, scese giù per le scale e trovò Gigione davanti al portone con una lente d'ingrandimento da investigatore in una zampa ed un sacchetto di crocchette nell'altra.
"Cosa fai qui fuori Gigione? Torna a casa, se la mamma non ci trova, si preoccupa" disse Matteo. "Sono molto triste amico mio, questa mattina mi sono svegliato e la mia ciotola non c'era più, dove metterò i miei croccantini?" rispose sconsolato Gigione.
Fu così che Matteo decise di andare con Gigione a cercare la sua amata ciotola perchè, si sa, gli amici si aiutano sempre.
Matteo e Gigione, allora, partirono alla ricerca della ciotola scomparsa...Chiesero notizie al macellaio, al lattaio, alla parrucchiera e a tutti gli abitanti del quartiere (furono convocate in loro soccorso anche la fata Turchina, la fatina dei denti e la famosissima fata delle ciotole) ma nulla...nessuno aveva visto la ciotola di Gigione.
"Torniamo a casa, amico mio, se la mamma si accorgerà che siamo usciti si preoccuperà molto" disse Matteo. "Hai ragione, torniamo a casa, chiederemo alla mamma di comprare una nuova ciotola per me" rispose il rassegnato Gigione.
Ma i due amici, intenti a cercare la ciotola, avevano camminato moltissimo, Matteo si voltò e disse: "Gigione, ci siamo persi, come ritroveremo la via di casa?". "Non ti preoccupare, ho lasciato cadere delle crocchette lungo la strada, come mi ha insegnato il mio amico Pollicino, basterà seguirne le tracce e torneremo a casa" rispose Gigione.
Così fecero: i due amici seguirono le tracce lasciate da Gigione ed arrivarono a casa. Entrarono nel portone, salirono su per le scale, aprirono lentamente la porta ed entrarono in casa, la mamma non si era accorta della loro scomparsa, si voltò ed esclamò:
"Ma buongiorno, ragazzi! Vi siete alzati? Gigione, vieni a fare colazione, ti ho lavato la ciotola perchè era piena di colori, sembrava la tavolozza di un pittore...Matteo, tu ne sai qualcosa?"
Fu allora che i due amici si guardarono e ricordarono che la sera prima avevano giocato ai "pittori fantasiosi" ed avevano usato la ciotola di Gigione  per mischiare i colori...ops!
I due amici risero di gusto e Gigione disse: "poco male, abbiamo vissuto una gran bella avventura e...no, grazie, stamattina ho già fatto colazione: ho mangiato tutte le crocchette che avevamo lasciato sul marciapiedi per non perderci".
Risero ancora e quell'avventura rimase per sempre il loro piccolo, grande segreto che ricordò loro, per tutta la vita, che gli amici si aiutano sempre.
E vissero tutti amici e contenti.

E voi, le inventate le favole per i vostri bimbi? Il vostro tesoro ha un orso del cuore? Se si, come si chiama?
W Masha e Orso, evviva l'amicizia.


10 commenti:

  1. che tenera questa favola, io lavoro con i bambini quindi e' all'ordine del giorno trovare Masha e Orso, complimenti!!!!Baci sabry

    RispondiElimina
  2. Questa storia e' meravigliosa Maddalena! Mi sembra di vederli Matteo e Gigione con la lente di ingrandimento! Domani la leggerò ai miei bimbi, qui dormono già. I miei bimbi hanno entrambi un peluche ma senza nome, non so come mai ma nessuno dei due da un nome ai propri amici. Abbiamo il coniglietto rosa, il cagnolone, l'orsetto Trudy...e ovviamente amiamo alla follia Masha e Orso. Masha sembra la mia bimba, canta e chiacchiera sempre e sta sempre combinando qualcosa di poco lecito. Buonanotte cara, mi hai fatto proprio sorridere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale, la tua bimba è ancora più bella di Masha! ^_^

      Elimina
  3. Che bella favola.... E bellissimo il tuo bimbo con il suo amico... Tenerissimi!
    Ai miei bimbi leggevo le fiabe ma non bastavano mai e anche io le inventavo... E mi divertivo anche io con loro...

    RispondiElimina
  4. Che tenera questa favola e che bella l'amicizia tra tuo figlio ed il cagnolino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, Cri. Loro due sono come fratelli...

      Elimina
  5. Bellissima storia! Si, anch'io invento tutt'ora favole, un pò assurde e dire il vero, ricostruendo quelle già famose.
    Masha e orso? Qui li adoriamo tutti!

    RispondiElimina